Categorie  ROSICCHIARECENSIONI

Un cucciolo nero di nome Furia

“Un cucciolo nero di nome Furia”

di Sangeeta Bhadra

illustrazioni di Marion Arbona

Terre di mezzo, 2019

(4 – 5 – 6 anni)

“Non è sono stato io, è stata la mia Furia!”, così si giustifica Sam quando lo rimproverano, ma lui la Furia ce l’ha per davvero, l’ha incontrata al parco e ora lei non lo lascia più.

Furia è una palla tutta nera con una bocca enorme e due piccolissime orecchie.

Sam l’ha incontrata la prima volta al parco giochi mentre aspettava il suo turno per salire sullo scivolo e sull’altalena. A quel punto è arrivata la Furia e ha fatto scappare tutti gli altri bambini.

Poi quando è arrivata l’ora di tornare a casa la Furia ha seguito Sam.

A casa la Furia diventa incontenibile, fa un sacco di disastri, e quando la mamma rimprovera Sam lui risponde: “Non è sono stato io, è stata la mia Furia!”.

Il giorno dopo la Furia aspetta Sam per andare a scuola e poi esagera anche coi compagni e col maestro, riuscendo a rendersi antipatica a tutti.

La Furia diventa sempre più ingombrante e Sam non riesce a liberarsene, solo quando la vede comportarsi di nuovo male al parco giochi comincia a provare una “rabbia” diversa: capisce che sta esagerando e cerca di fermarla, ma la Furia non vuole essere fermata…

Un libro perfetto che affronta il tema della “rabbia”.

Qui la Furia (la rabbia) è qualcosa di tangibile, un piccolo mostro con la faccia simpatica che ispira tenerezza. Però la tenerezza si trasforma presto in distruzione quando la Furia prende il sopravvento su Sam.

La gestione della rabbia nei bambini è un tema molto dibattuto che molti libri hanno cercato di spiegare ma, come al solito, un testo semplice riesce laddove testi più complessi hanno fallito.

Immaginare la rabbia come qualcosa di ingombrante che si incontra sulla propria strada è vincente.

La storia di Sam è la storia di molti bambini che si arrabbiano quando si sentono impotenti e poi non riescono più a gestire quello che è affiorato in superficie. Vanno allora condotti per mano in un percorso che gli spiega che è sbagliato cedere al fascino della Furia, e che insegna loro le formule giuste per riuscire a dominarla.

Un testo importante, un albo illustrato per chi cerca un valido aiuto per spiegare la gestione della rabbia.

H!

www.terre.it

(immagine: la copertina del libro)

INSTAGRAM: instagram.com/ilrosicchialibri

Il Rosicchialibri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*