Categorie  ROSICCHIARECENSIONI

Le parole scappate

“Le parole scappate”

di Arianna Papini

Coccole Books, 2019

(9 – 10 anni)

Una nonna con l’Alzheimer e un nipote dislessico.

Due persone (due eroi) che combattono la loro personale battaglia ogni giorno: la battaglia contro le parole.

Due mondi lontanissimi eppure così vicini, due vite che sembrano solo sfiorarsi, ma si completano come pezzi di un puzzle.

Frammenti di una vita che non c’è più (quella della nonna) si alternano a frammenti di una vita nuova che fatica a comprendere il mondo che lo circonda (quella del nipote).

L’Alzheimer lentamente porta via i ricordi di nonna Mariadele, i ricordi di una vita vissuta pienamente insieme al suo Peppino immersa nei colori della campagna. Lei non sa chi sono quelle persone in casa, non sa chi sono quelli che vanno a prenderla con un pulmino (forse qualcuno che ha bisogno di una nonna?), non sa chi è quel bambino che le legge le filastrocche ad alta voce perdendo il filo delle parole o le porta i colori per disegnare insieme, ma sa che gli vuole bene, perché gli ricorda qualcuno.

Poi c’è un nipote dislessico, in una società che corre non c’è posto per chi non riesce a stare dietro alle parole, è una vergogna essere dislessici, si viene presi in giro!

Eppure quelle lettere che danzano sui fogli senza seguire una logica non tutti le possono vedere. E quante cose difficili bisogna fare che agli altri compagni di classe risultano naturali? I temi, le operazioni, il prestito dei libri… per fortuna c’è la nonna che con le sue amnesie è così simile a lui. Quasi quasi si somigliano: entrambi sono esseri lenti in un mondo che va veloce e non si vuole fermare.

Però i bambini (come gli anziani) hanno bisogno di lentezza per poter sopravvivere, esattamente come i ricordi.

Un bellissimo libro che fa pensare cosa significa combattere con le parole e coi ricordi che sfuggono, che non si vogliono fissare.

Tante situazioni vissute da due punti di vista differenti, quello della nonna e quello del nipote, dove la texture delle pagine cambia quando cambia il personaggio che si racconta.

Alzheimer e dislessia: due mondi distanti con tante sfumature comuni.

Un piccolo, delicato, capolavoro di parole e immagini, da leggere e rileggere per non dimenticare…

H!

(immagine: la copertina del libro)

coccolebooks.com

twitter.com/rosicchialibri

instagram.com/ilrosicchialibri

Il Rosicchialibri

I commenti sono chiusi.