Categorie  ROSICCHIARECENSIONI

La strana storia di Cappuccetto Blu

“La strana storia di Cappuccetto Blu”

di Guia Risari

illustrazioni di Clémence Pollet

Settenove, 2020

a partire da 9 anni

Tutti conosciamo la storia di Cappuccetto Rosso ma… quella di Cappuccetto Blu?

Nella foresta di Pomeloria in una casetta di legno viveva una bambina dallo spirito indipendente.

Per il suo compleanno la mamma cucì alla bambina una bellissima mantellina rossa (con il cappuccio!): un capo di pregiata fattura, ma alla bambina tutto quel rosso non piaceva proprio, così decise di tingerla di blu. La mantellina con il nuovo colore era perfetta per lei, le piaceva così tanto che non la toglieva mai, e si meritò il soprannome di Cappucetto Blu.

Blu come il colore della paura…

Un giorno la madre chiese a Cappuccetto Blu di portare un cestino con delle focacce alla nonna, e lei tutta sola prese la strada del bosco.

Però nel bosco, lo sappiamo tutti, quando ci si attarda per cogliere quadrifogli si rischia di incontrare un lupo ed è proprio ciò che accadde a Cappuccetto Blu.

Fin qui vi ricorda un’altra fiaba?

Siete sicuri?

Il lupo era un lupo molto pratico: non aveva voglia di perdersi in convenevoli e voleva divorare Cappuccetto Blu in un solo boccone, però la bambina gli fece notare quanto si stava confondendo: era nella fiaba di Cappuccetto Rosso che la protagonista veniva divorata dal lupo e lei aveva la mantellina blu!

Ma il lupo non si arrese: cosa poteva impedirgli di mangiarla anche se aveva la mantellina del colore sbagliato?

Ma il lupo ancora non sapeva che possono esistere tante versioni di una storia…

Il lupo riuscirà a mangiare Cappuccetto Blu? Oppure verrà travolto dalla sua fantasia?

Il lupo della fiaba è l’ostacolo che si incontra sulla strada, è il gradino più alto che si trova mentre si sale una scala, è la paura che blocca e terrorizza, ma può essere sconfitto.

Se si cambia punto di vista, se si modifica la storia, se si usa un pizzico di immaginazione si può affrontare di tutto, anche un lupo affamato e, una volta addomesticato, può diventare un compagno di giochi.

Ecco una storia dal sapore antico, ma le illustrazioni non sono quelle di un classico libro di fiabe, sono contemporanee, e ci mostrano una Cappuccetto Blu e un lupo dall’aspetto molto attuale.

Inoltre in tutto il libro troverete delle piccole note a piè pagina che deciderete voi se ignorare oppure leggere per approfondire un poco la storia, ma attenzione: non tutte le note dicono la verità.

Un libro che parla del potere delle storie che vi aiuterà a riconoscere la paura e ad addomesticarla.

H!

www.settenove.it/

(immagine: la copertina del libro)

INSTAGRAM: instagram.com/ilrosicchialibri

Il Rosicchialibri

I commenti sono chiusi.