Categorie  ROSICCHIARECENSIONI

JULIAN E LA VOLPE

JULIAN E LA VOLPE

di Joe Todd-Stanton

Babalibri, 2020

a partire da 4 anni

Julian è un topolino, un topolino solitario, ma gli va bene così.

Tutti gli animali in superficie cercano di mangiarlo, quelli sottoterra gli stanno fra i piedi, così Julian si è fatto una piccola tana isolata fra le radici di un albero, una tana scollegata dall’andirivieni del sottosuolo, in questo modo può starsene in pace.

A Julian va bene così.

Tutti i giorni il topolino fa le stesse cose: evita i tassi, si nasconde dal contadino e dal suo cane, sfugge al barbagianni, si procura da mangiare e torna a casa sano e salvo.

Però Julian non sa di essere osservato…

Una volpe segue tutti i movimenti del topolino fino a scoprire l’ingresso della sua tana, e una notte con un elegantissimo balzo sfonda la finestra della casa di Julian.

Ma la casa di Julian (come abbiamo detto) è incastonata fra le radici di un albero e la volpe rimane incastrata metà dentro e metà fuori e -ovviamente- non riesce ad acchiappare il topolino.

Julian non può certo stare con il muso di una volpe in salotto, così i due fanno un patto: se Julian riuscirà a liberare la volpe lei lo lascerà in pace.

Eppure non è facile per un piccolo topo liberare una grossa volpe, non resta che chiacchierare e dividere la cena.

Però Julian è testardo e ama davvero la sua privacy, così dopo molti tentativi riesce a liberare la volpe. Ma lei terrà fede al suo patto?

Uno splendido albo illustrato (le illustrazioni sono bellissime!) che affronta dei temi davvero particolari: l’amore per la solitudine, il patto fra una volpe e un topo di campagna e un pizzico di amicizia (ma solo un pizzico!).

Julian chiarisce fin dall’inizio la sua predisposizione alla solitudine, ma avere una volpe incastrata nella sua tana lo fa riflettere sull’isolamento.

Però stiamo parlando di una volpe e non è facile capire cosa passa nella testa del più furbo dei canidi.

Forse diventeranno amici, forse resteranno una volpe affamata e un topo solitario, ma di sicuro dopo quell’avventura la vita di Julian non sarà più la stessa.

Come dicevo le illustrazioni sono bellissime e sottolineano bene le espressioni dei protagonisti: il muso della volpe è enorme, proprio come lo vedrebbe un topo!

Inoltre possiamo esplorare il mondo di Julian grazie ad una dettagliatissima sezione che ci mostra il sottosuolo.

Un racconto dai toni caldi (come il pelo della volpe), imperdibile e pieno di colpi di scena.

Dello stesso autore: “Il segreto della Roccia Nera” Babalibri, 2020.

H!

www.babalibri.it/

(immagine: la copertina del libro)

INSTAGRAM: instagram.com/ilrosicchialibri

Il Rosicchialibri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*