Categorie  ROSICCHIARECENSIONI

Il Supermercato Tuttomatto

“Il Supermercato Tuttomatto”

di Stéphane Servant

illustrazioni di Christine Destours

Jaca Book – Ponte alle Arti, 2019

(5 – 6 – 7 anni)

La bellissima collana di “Ponte delle Arti” di Jaca Book si arricchisce di un nuovo titolo che vede come protagonista il quadro di Jean Dubuffet: “Galieries Lafayette” (1961).

Al Supermercato Tuttomatto trovi quello che vuoi, anche gli schiaccia-lumache e le dentiere per coccodrilli!

Pillo Pillo (Pili Pili in francese) si annoia e vuole un amico. Ma dove può trovare un amico? Dove può “comprare” un amico?

Ovviamente al Supermercato Tuttomatto, come dice la radio! Quindi Pillo Pillo corre al Supermercato per cercarne uno.

Il Supermercato però è davvero enorme, ci sono offerte di tutti i tipi, ma che genere di amico sta cercando Pillo Pillo? Un amico-amico, un fratello, un pagliaccio o qualcuno che lo faccia ridere! Al Supermercato Tuttomatto però trova solo amici militari (ami-litari) sempre pronti a fare la guerra, un’amica molto ricca (ami-liardaria) ma bisogna avere tanti soldi per giocare con lei, e anche delle amiche robot (ami-croonde) che corrono sempre e dopo un giorno sono già rotte.

Però Pillo Pillo non riesce a trovare l’amico giusto… finché in mezzo gli scaffali spuntano un paio di gambe dinoccolate…

Riuscirà Pillo Pillo nella sua impresa? E poi, gli amici si possono davvero “comprare”?

Una bellissima storia di “amicizia” tra le linee del quadro di Jean Dubuffet, un artista francese che conosceva bene l’arte, ma voleva disegnare e dipingere come voleva, a lui piaceva riempire tutto lo spazio a disposizione con linee e colori rendendo le sue opere molto, molto affollate.

Affollate come le Galieries Lafayette che dà il nome all’opera (infatti Galieries Lafayette esiste davvero, è il più famoso grande magazzino di Parigi fondato nel 1893).

Dubuffet si definiva un pittore de “L’art Brut”, un termine inventato da lui per definire tutti quei pittori lontani dal mondo dell’arte che hanno tanto bisogno di “creare”.

Ma questa storia non è solo ispirata da un quadro famoso (come tutti i titoli della collana “Ponte delle Arti”), ha anche un significato che va oltre l’arte: in un mondo dove si compra tutto, è possibile comprare anche un amico? Oppure l’amicizia è una delle poche cose gratis che ci sono rimaste?

Un libro che è anche un grande spunto di riflessione per parlare di arte e di consumo.

H!

www.jacabook.it

(immagine: la copertina del libro)

INSTAGRAM: instagram.com/ilrosicchialibri

Il Rosicchialibri

I commenti sono chiusi.