Categorie  ROSICCHIARECENSIONI

COME UN’OMBRA

COME UN’OMBRA

di Mal Peet

illustrazioni di Emma Shoard

UovoNero, 2020

a partire da 11 anni

La paura per Sandie è un cane nero che salta fuori dall’oscurità della notte e abita i suoi sogni di bambina.

Così per evitare l’orrendo animale Sandie smette di dormire, però il sonno la raggiunge comunque e il cane continua a tormentarla.

Quando Sandie ha dieci anni la scuola consiglia la visita da una neuropsichiatra, Aziza, che propone alla madre di Sandie di prendere un cane.

In casa arriva Conny, un cucciolo colorato che diventa subito amico di Sandie.

Con Conny in casa il cane nero non si avvicina più al letto della bambina, si limita ad osservarla da lontano, intanto gli anni passano e Sandie diventa grande, va all’università e poi riesce ad entrare in polizia.

Ma dopo la morte di Conny l’incubo nero ritorna nella vita di Sandie ormai adulta…

Non è facile parlare di depressione senza nominarla, ma in certi contesti una metafora vale più di molte descrizioni.

Il cane nero con gli occhi che riflettono la luce è una metafora perfetta per descrivere il senso di impotenza che si prova ad essere disarmati davanti ad una belva minacciosa. La belva però è pericolosa ma non attacca, osserva da lontano, opprime, incute timore e inghiotte i pensieri felici.

E’ lì perennemente presente, eternamente assente, non se ne va mai, si rintana nell’ombra da cui è arrivata per scivolarne fuori ogni volta più forte.

Ma è reale?

E’ solo un sogno?

Oppure è solo un’idea?

E’ un’ombra che si nasconde dietro gli occhi quando si smette di guardarla?

E se è reale, quale ruolo può avere nella vita di Sandie?

La paura è utile, ma la depressione è una paura che consuma. Sandie riesce a reagire al suo “cane nero”, fino a quando lui non entra realmente nella sua vita in un momento di pericolo per farle trovare la via d’uscita.

Due autori straordinari (che hanno già pubblicato con UovoNero) che si completano a vicenda: le parole di Mal Peet annegano nelle illustrazioni ad acquerello di Emma Shoard, insieme costruiscono un racconto inquietante e claustrofobico che descrive alla perfezione tutte le sensazioni di Sandie fino al luminoso finale.

Un libro perfetto per riuscire a parlare di ciò che non viene mai nominato.

H!

www.uovonero.com/

(immagine: la copertina del libro)

INSTAGRAM: instagram.com/ilrosicchialibri

Il Rosicchialibri

I commenti sono chiusi.