Categorie  ROSICCHIARECENSIONI

A volte ritornano – Storie di fantasmi

“A volte ritornano – Storie di fantasmi”

AA. VV.

illustrazioni di Maurizio A. C. Querello

Orecchio acerbo, 2019

(9 – 10 – 11 anni…)

“Ogni volta che cinque o sei inglesi si trovano intorno a un camino acceso, la notte di Natale, questi iniziano a raccontarsi storie di fantasmi” (Jerome K. Jerome).

Otto racconti scritti da altrettanti celebri autori capaci di scatenare un brivido ma (perché no) anche un riso a chi si avvicina a queste pagine preziose, meravigliosamente illustrare da Maurizio A. C. Quarello.

La morte è uguale per tutti, e anche le parole che si dicono dopo il trapasso di una persona tendono ad unificare sono tutte uguali: parole in ricordo di una vita spesa. Ma sono parole veritiere? Il primo racconto di Guy De Maupassant parla proprio di questo.

Poi scivoliamo fra le pagine di altri grandi autori che ci fanno rabbrividire, pensare, ma anche sorridere come il “buffo” Fantasma di Canterville, incapace di spaventare gli umani e reso immortale (anche se la sua condizione di fantasma glielo permetteva già) dalla penna del grande Oscar Wilde.

Ci sono anche personaggi inquietanti come Solomon Kane, il valoroso spadaccino puritano del XVI secolo che vaga per i continenti per quietare le manifestazioni del maligno, nato dalla fantasia del maestro della heroic fantasy, Robert Ervin Howard e i fantasmi della Peste raccontati magistralmente da Edgar Allan Poe.

Anche l’esotismo fa capolino fra questi brevi r racconti, con l’inquietante storia della fanciulla schiava di un demone descritta di Tcheng-KI Tong, un diplomatico cinese della dinastia Qing.

Fantasmi che piangono, fantasmi che si pentono, fantasmi che terrorizzano, fantasmi che escono dai quadri… un’incredibile carrellata di grandi autori che hanno reso omaggio a coloro che sono intrappolati nell’intercapedine fra la vita e la morte e li hanno resi immortali con il loro stile unico e inconfondibile.

Un libro di paura, ma anche un libro per ridere o per perdersi nei perfetti acquerelli che accompagnano con grazia tutti i racconti. Anche la grafica è perfetta e sottolinea con azzeccate variazioni di carattere il momento culminante dell’azione da non lasciarsi sfuggire.

Se credete nei fantasmi (ma anche se non ci credete) questo è il libro che fa per voi.

H!

www.orecchioacerbo.com/editore/

(immagine: la copertina del libro)

INSTAGRAM: instagram.com/ilrosicchialibri

Il Rosicchialibri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*